• Reparto

    L’Area Giovani corrisponde ad un contesto multidisciplinare…

    Leggi
  • Staff

    La malattia in adolescenza innesca emozioni, comunicazioni e reazioni…

    Leggi
  • Attività

    Diverse le iniziative svolte all’interno dell’istituto per garantire…

    Leggi
  • Radioterapia pediatrica

    Struttura semplice di Radioterapia Pediatrica e Degenze Adolescenti…

    Leggi
  • Pubblicazioni

    Le voci, emozioni ed esperienze dei ragazzi sono testimonianze di forza…

    Leggi

Cinquantesimo anno di fondazione della sessione Avis Casarsa-San Giovanni

Grande la partecipazione e le emozioni che sono state trasmesse durante i festeggiamenti del 50esimo anno di fondazione della sezione AVIS Casarsa-S. Giovanni nella giornata di domenica 29 aprile 2012.

I festeggiamenti sono iniziati con la Santa Messa celebrata nella chiesa di Santa Croce. Messa cantata con la partecipazione della Corale Casarsese diretta dal Maestro Molinari; la Chiesa era gremita di persone con la presenza degli Scout, donatori, famigliari e fedeli. Dopo la santa Messa si è formato il corteo dei labari delle Consorelle Avisine precedute dal Gonfalone del Comune di Casarsa e dalla Fanfara dei Bersaglieri dell’11 Reggimento. Il corteo è stato accolto, lungo le vie principale fino ad arrivare al Teatro Comunale P.P.Pasolini dove e proseguita la celebrazione con la consegna delle benemerenze ai donatori. Mentre venivano proiettate le foto scattate durante questi cinquanta anni che ci ha portato a rivivere i stessi valori e sentimenti che hanno portato i nostri fondatori alla decisione di veder nascere una Sezione AVIS nel nostro Comune. Numerose sono state le testimonianze di vicinanze delle realtà avisine ed associative a livello provinciale e regionale, ma anche dal vicino Veneto, le presenze dei labari delle AVIS, AFDS e AIDO ne sono la testimonianza. Presenti anche le autorità civili e militari dell’ 11° Reggimento dei Bersaglieri e il Comandante dei Carabinieri di Casarsa della Delizia.

Emozioni forti sono state trasmesse nell’ascoltare le note della Fanfara Ariete dell’11° Reggimento dei Bersaglieri diretta dal direttore 1° Maresciallo Luogotenente Antonio Miele. Quale modo migliore di chiudere il concerto della Fanfara dei Bersaglieri che con l’inno di Mameli. Il momento più significativo della giornata è stato l’intervento sul palco di due ragazzi dell’ Area Giovane dell’CRO di Aviano con la diretta testimonianza di Marco. Inoltre, il sig. Roca papà di un bambino ha testimoniato l’importanza della donazione del sangue per la guarigione di suo figlio, e per altri bambini, come l’aiuto di tutti può fare la differenza. Non meno importante la presenza dei predecessori dell’attuale Presidente come segno di continuità di questo sodalizio AVIS continua ad operare per il bene di chi soffre.